Follow my blog with Bloglovin

intestazione halloween

Quest’anno Ciottolina è cresciuta e si rende molto più conto delle cose intorno a lei, e visto che anche a scuola ormai se ne parla ha colto l’esistenza di questa nuova festa: Halloween. Sfruttando il nostro abbonamento a rainbow abbiamo quindi deciso di portare ciottola a festeggiarlo li. A quel punto era d’obbligo una maschera in tema, ma in questo periodo il tempo non è molto è ho quindi ripiegato su un facilissimo tutu’ in tulle e un cappello in feltro. L’idea per realizzare il cappello mi era venuta guardando questo blog. Il tutorial è ben fatto e realizzare il cappello non è difficile, l’unica cosa secondo me fondamentale per non impazzire con le misure è procurarsi un goniometro (quello che utilizzavamo alle scuole medie a educazione tecnica 😉 ), se trovaste anche un compasso sarebbe proprio il top. La prima cosa da fare è procuravi del feltro nero, non del pannolenci che è troppo morbido, ci vuole un feltro non rigidissimo ma abbastanza da dare supporto alla falda del cappello. Per sapere quanto feltro vi serve regolatevi con il diametro della falda, sarà la larghezza massima che vi servirà.
Dopo di che misurate la testa del vostro piccolo mostro, e aggiungete 1 cm e 1/2- 2 a seconda di quanto volete che il cappello calzi. Considerando che se lo fate per un bambino è facile che dobbiate aggiungere un elastico non aggiungerei più di 1 cm e 1/2 per evitare che gli cada sugli occhi. Se invece lo realizzate per voi potete aggiungere un pò di più. Decidete ora quanto volete ampia la falda (un 30 cm è una buona dimensione) tenete presente che anche la circonferenza della testa del bimbo per cui lo fate, perché ovviamente più la testa è grande, più conviene allargare la falda.
Dobbiamo procedere ora a fare un cartamodello della falda: la prima cosa che serve è determinare il diametro della testa, per fare ciò dividente la misura della circonferenza che avete preso per 3,14.
Nel mio caso la testa di Ciottola è 49 cm (in realtà è di più ma ahime mi sono fidata delle misure della pediatra), ho aggiunto 1 cm e 1/2 quindi ho ottenuto 50,5 cm di circonferenza.
diametro= 50,5/3,14=16,08 cm (che ho arrotondato a 16).
16 cm è quindi il diametro interno della ciambella che sarà il vostro cartamodello per la falda del cappello, il diametro esterno sarà 30 cm.

In questo caso non ho considerato il cm di margine di cucitura perché comunque una volta cucito il feltro avrete un pò di spessore nell’attaccatura fra la falda e il cono superiore, quindi il cm che non avete considerato lo recuperate con lo spessore della stoffa.
A questo punto dobbiamo decidere quanto alto vogliamo fare il cappello, nel mio caso ho deciso di farlo un pò basso perchè avevo idea che sulle giostre troppo alto fosse scomodo e quindi l’ho fatto di 20 cm. Immaginate che la parte a punta del cappello sia un pezzo di una circonferenza che poi arrotolerete. Quello che ci serve ora è capire quale è il raggio di questa circonferenza.
Per fare questo dobbiamo fare un pò di geometria. blog.cappelloLa linea rossa è l’altezza del nostro cappello, quindi 20 cm, la linea verde rappresenta l’intero raggio della falda quindi 30/2=15 cm. Per calcolare il raggio della nuova circonferenza che rappresenterà il cono del nostro cappello dobbiamo applicare il teorema di Pitagora. Nel nostro caso quel lato sarà pari a 25 cm che otteniamo facendo la radice quadrata di ((15*15)+(20*20)).

Una circonferenza intera fatta avente il raggio che ci siamo calcolati sopra (cioè 25 cm) misurerebbe 156,25 cm (25*3,14*2). Considerate invece che il vostro arco di circonferenza (che vedete nella foto di destra) deve avere la lunghezza della vostra testa+ 1 cm per il margine di cucitura, in questo caso misurerà 50,5+1=51,5.  Ora se avete trovato il goniometro fare il cartamodello di questo pezzo sarà un gioco da ragazzi. Altrimenti la cosa sarà un pò meno precisa e semplice, ma comunque fattibile.

Procedimento con il goniometro:

applicando una proporzione potete vedere quale è l’angolo che vi permetterà di avere un arco circonferenza di raggio pari a 25 cm che misurerà esattamente 51,5 cm.

x:360=51,5:156,25

x=22,35 gradi diciamo 22,5 per comodità. Con un pezzo di spago lungo 25 iniziate a tracciare l’arco di circonferenza, per comodità tracciate una semicirconferenza. Quindi posizionate il goniometro e segnate dove l’angolo al vertice è di 22,5 gradi, tracciate una linea fino a incontrare la circonferenza ed il gioco è fatto.

Se non avete il goniometro:

in mancanza dell’oggetto suddetto 🙂 dovrete ritagliare un altro pezzo di spago lungo 51,5 cm. Sul disegno della semicirconferenza di raggio 25 cm partendo da una estremità posizionate lo spago sovrapponendovi alla circonferenza che avete disegnato. Segnate il punto finale e poi tracciate la linea al vertice della circonferenza.

Finalmente avete il vostro cartamodello per la punta del cappello 🙂

cartamodello cappello-1Cucite dritto contro dritto i lati dritti della parte della punta del cappello con il margine di cucitura di 1 cm. In punta poi rifilate leggermente la stoffa del margine di cucitura in modo che non impicci una volta rigirata la punta. Per rigirarla aiutatevi con una bacchetta del cinese (quelle del cibo). Aprite i margini di cucitura o con il ferro o se non ci riuscite appiattiteli a mano. Cucite ora dritto contro dritto la punta alla falda, vi consiglio caldamente di imbastire il tutto, perchè cucire con tutti gli spilli lungo la circonferenza mette a dura prova le vostre dita, mi sarò trafitta almeno 10 volte 😛 .

Ed ecco il vostro cappello

cappello_collage-1

La gonna è facilissima comprate un pezzo di elastico tipo grosgrain e del tulle, io l’ho preso in tre colori, viola, nero e rosa. Tagliate delle strisce larghe 10-12 cm lunghe circa 1 metro e mezzo, dipende anche dall’altezza della persona/bimba per cui la fate. Considerate che la lunghezza finita sarà poco meno della metà della lunghezza della striscia che avete tagliato.

Cucite l’elastico della larghezza della vita che vi serve e poi iniziate a mettere le strisce di tulle, attaccatele facendo una specie di cappio. Purtoppo mi sono dimenticata di fare delle foto di questa parte, ma se volete potete dare un’occhiata qui. Il blog è in inglese ma ci sono tantissime foto del procedimento, e quindi non vi serve leggere altro 😉 .

Quasi dimenticavo, il trucco è opera di Sir G.

IMG_20141031_152156

IMG-20141103-WA0002
IMG_20141031_172154

firma