Tag: cucire

Babbo Natale log cabin

Dovete sapere che non amo molto il natale, e ancora di più odio la mania di doversi per forza scambiare regali idioti e inutili che finiscono in un cassetto a fare mucchio. Per questo questo natale avevo deciso che alle mie colleghe in ufficio volevo dare qualcosa che avesse un senso, non la solita cosa comparta all’ultimo tanto per non presentarsi a mani nude. Avevo trovato su questo sito il mitico babbo natale e mi è sembrato subito molto carino oltre che non troppo difficile da realizzare, essendo io alle prime armi.

Innanzi tutto va spiegata questa cosa del log cabin, log cabin è letteralmente “capanna di tronchi”. La lavorazione log cabin è tipica del patchwork e si chiama così proprio perchè richiama l’intereccio dei tronchi nella capanna. Se volete saperne di più date un occhiata a questo blog se siete digiune del patchwork vi sarà molto utile per capire come disporre le strisce di stoffa per fare il vostro babbo natale. Il tutorial di silvia infatti, pur essendo ben fatto, parte secondo me dal presupposto che già si conosca la tecnica. Io c’ho messo parecchio a capire come andavano cucite le diverse strisce e mi sono fatta un modellino in carta per essere sicura di non sbagliare seguendo il modellino riportato nel blog di giusy. Il procedimento non è difficile ma è un pò lungo perchè bisogna tagliare una striscia alla volta cucirla e stirarla. Io ho avuto parecchia difficoltà a trovare della cotonina colorata e quindi per il rosso ho preso un tessuto che da un lato era un pò lucido. L’effetto finale era carino ma è un tessuto molto più difficile da far tenere in posa una volta stirato, quindi cercate di prendere tessuti solo di cotone.

Cucire: il calendario dell’avvento

Ho scoperto da poco la voglia di cucire, tutto è nato dall’idea di una delle mie amiche mamme (quella di questo gruppo è una storia lunga, un giorno ve la spiegherò 😉 )di cucire per natale ai nostri cuccioli un calendario dell’avvento un pò particolare che aveva trovato curiosando nel blog di Claudia. Come dire di no? Ho comprato la macchina da cucire e mi sono lanciata (un pò in ritardo a dire il vero visto che i primi triangolini li ha cuciti mia nonna 😛 ). A causa della mancanza di spazio ma soprattutto del fatto di essere partite in ritardo il mio calendario quest’anno era metà (aveva solo 12 giorni), l’hanno prossimo visto che Ciottola sarà più grande gli troveremo un posto dove farlo entrare tutto e aggiungeremo i numeri. quest’anno abbiamo tirato fuori tutti i giorni i pensierini e rimessi tutti dentro alla fine della giornata, siamo ancora nella fase fai e disfa :).

Se siete alle prima armi potrebbero esservi utili i tutorial di Daniela, io li ho trovati utilissimi.