Ogni anno mi riprometto di farlo ma alla fine fallisco sempre e non racconto mai niente. Invece questa volta devo farlo assolutamente, credo che questa sia stata in assoluto la più bella crociera sub che abbia mai fatto. Il fatto è che almeno per me i ricordi legati alle immersioni svaniscono poco dopo e mi resta sempre difficile fare una classifica dei viaggi che faccio, anche perchè ogni viaggio ha ovviamente lati positivi e lati negativi ed è un pò come confrontare le mele con le pere 😉 .

Sicuramente una crociera costosa fra una cosa e l’altra penso che siamo stati tranquillamente sui 2300, ma li vale veramente tutti, già non vedo l’ora di tornarci. Ci siamo appoggiati come facciamo spesso a Scuba Cruise, Claudia (che è la persona con cui mi interfaccio di solito) è sempre molto gentile e disponibile e cerca sempre di accontentarci quanto più possibile. Siamo partiti in 8 quest’anno, dovevamo essere 10 ma abbiamo avuto due defezioni in corsa, nonostante non fossimo molti in barca abbiamo beccato persone tranquille e quindi anche da questo punto di vista è andato tutto per il meglio.

Viaggio lunghetto siamo partiti da Roma con Emirates la sera della domenica e dopo uno scalo a Dubai siamo arrivati a Port Sudan la mattina successiva.

partenza-pola

Ritira bagagli prendi il pulmino, ora di pranzo eravamo a bordo. Transfer puntuale anche se il pulmino era decisamente sporco e malandato.
Primo giorno in totale relax, briefing barca e sistemazione dell’attrezzatura, dopo di che, un pò di meritato riposo.

MY HorizonQuesto è l’itinerario che abbiamo fatto:

itinerarioLe immersioni tutte bellissime, quelle a Jumna spettacolari, banchi di martello come non ne avevo mai visti. Ma anche le immersioni in parete valgono davvero il viaggio, colori come il come solo il mar rosso può regalare, tanto pesce e pochissimi umani ;). Mi sarebbe piaciuto mettere qualche foto underwater ma mi i miei spacciatori di immagini sono un pò pigri, quindi nel caso le aggiungerò in seguito.
In barca ci siamo trovati molto bene la nostra guida Hammam è stata spettacolare, abbiamo visto tutto quello che volevamo vedere (ovviamente anche il fattore c fa molto) e lui è stato bravissimo nell’adattare le immersioni ai nostri desideri. Cibo buono e abbondante e spuntini pomeridiani deliziosi, tutto lo staff cordiale e non invadente.


Molto bella anche la visita al faro di Sanganeb

 

sanganeb2-pola
Diciamo che il viaggio di ritorno è decisamente lungo, a differenza dell’andata il volo che parte da Port Sudan non va direttamente a Dubai ma passa per Khartoum quindi ci si mette veramente tantissimo, per questo poi ci si ferma una notte a Dubai in albergo vicino all’aeroporto.
Nonostante i costi alti e il viaggio non proprio comodo, calcolando che le distanze non sono poi eccessive, è una vacanza che rifarei anche domani, vediamo l’anno prox 😉 , per il 2015 ci sono le Filippine.

firma

Rispondi