Un immancabile alleato nei pomeriggi di studio erano i mitici cornettini svedesi della mamma della mia amica A.  Ne preparava bustoni che noi nella pausa del pomeriggio scongelavamo goduriose. Non so perché in questi giorni mi sono tornati in mente e oggi ho deciso di cimentarmi. Ritrovato nel mio quadernino di ricette un appunto con gli ingredienti ho provato, modificando un pò la ricetta a ricreare quel magico cornettino.

Ingredienti: 400 g di farina, 50 g di burro, 1 uovo, mezzo panetto di lievito di birra, 1/4 di litro di latte, 100g di zucchero di canna.

In casa non avevo mantioba e quindi ho usato tutta farina 00, altrmenti avrei fatto metà e metà. Ho sciolto il lievito con il latte e il burro e poi ho agigunto gli altri ingredienti. Il composto era un pochino appiccicoso, ho quindi aggiunto un altro pò di farina a occhio, la prossima volta proverò con 200cc di latte invece di 250. Una volta fatti lievitare ho diviso la pasta in tre e l’ho stesa in rettangoli. Il primo rettangolo l’ho farcito con goccie di cioccolata, il secondo con burro, cannella e zucchero, e il terzo con miele e granella di nocciole. Dopo di che ho arrotolato i rettangoli e ritagliato le rotelle avvoltolate. Ho disposto le girelle sulla placca da forno e le ho fatte lievitare nuovamente per una mezz’ora abbondante. Li ho cotti in forno per circa 10-15 minuti a 180°C.

Il risultato soddisfacente ma non perfetto, dei tre quelli con la cannella a mio gusto erano superiori, secondo F vincono quelli al cioccolato (gli originali erano con la cannella), quelli con miele e nocciole invece non hanno convinto nessuno dei due.

Diciamo che l’esperimento è da ripetere modificando un pò la ricetta per ritrovare quel fantastico sapore, si accettano suggerimenti ;).

In uno dei primi pomeriggi freddi ci siamo ritrovati a casa dell’amica che produce i “bullar” originali, questo è il risulato:

Al più presto la sua ricetta ;)…le fischieranno le orecchie?

2 comments on “C’era una volta tanto tempo fa un pomeriggio di studio…”

  1. Ahhhh i “Bullar” della mia mamma….gnam gnam! Per la ricetta originale cmq niente burro nell’impasto ma solo “da stendere” sulla pasta una volta lievitata 😉 A quando un pomeriggio d’impasti??? BACI

Rispondi